Comune di Montella

Personaggi illustri

Elenco dei siti presenti sul territorio

XIX e XX secolo

 

ADELE SOLIMENE

Moglie di Scipione Capone che nel 1910 donò la biblioteca familiare di oltre 30 mila volumi alla provincia di Avellino, andando a costituire il primo nucleo della biblioteca provinciale che porta il suo nome.

 


ANTONIO PALATUCCI

Nato a Montella (AV) il 20 dicembre 1938, vive a Napoli, dove, già docente nelle scuole superiori, svolge attività giornalistica e pubblicistica.
Laureatosi a pieni voti in Lettere classiche nell’Ateneo Federico II (NA.) con una dissertazione sulla lingua latina in età tardo-imperiale, che – per l’originalità delle tesi sostenute – gli valse una borsa di studio presso la “Facoltà di Lettere e Filosofia” per l’anno accademico 1962-’63…

leggi tutto >>>

 


ANTONIO VOLPE

Nacque a Montella Il ottobre 1881 da Salvatore e Romano Maria. Morì in combattimento a Versic, col grado di sergente, il 20 agosto 1917. Gli fu conferita la Medaglia d’Argento.

 


DOMENICO CIOCIOLA

(1818-1896) Canonico della Insigne Battesimale di Santa Maria del Piano, fu autore di opere di storia locale

 


FERDINANDO CIANCIULLI

Nato a Montella (Avellino) il 16 maggio 1881 da Vincenzo, armaiolo, e da Giulia Marciano, di agiata famiglia di proprietari terrieri, fu avviato agli studi secondari prima in convitto a Napoli, quindi ad Avellino, infine in seminario a Benevento, dove si legò d’amicizia con alcuni intellettuali che facevano professione di socialismo…

collegamento ad approfondimento  >>>

 


FILIPPO BONAVITACOLA

Medaglia d’oro al valor militare, nato a Montella nel 1914, fu fucilato dai tedeschi nel 1943 in Albania. I resti mortali ritrovati a Branovo in Slovacchia, sono stati trasferiti nel dicembre ’94 nel cimitero di Cassano Irpino.

 

collegamento ad approfondimento  >>>

 


FILIPPO CAPONE

Dopo aver preso parte ai moti rivoluzionari del 1848, fu nominato Presidente di Corte di Appello, eletto deputato e senatore. Morì nel 1896.

 


FRANCESCO BRUNI

(1834-1922) Primo Presidente di Suprema Corte di Cassazione.

 


FRANCESCO SCANDONE

Nacque a Montella il 12 novembre del 1868 da una famiglia di piccoli proprietari terrieri. Suo primo educatore fu uno zio sacerdote, Giuseppe Schiavo, che lo spinse poi nella continuazione degli studi. Ottenne da privatista la maturità classica presso il “Liceo Pietro Colletta” di Avellino e, nel 1889, si iscrisse alla Facoltà di lettere dell’Università di Napoli dove si laureò in Storia Moderna nel 1893 discutendo una tesi sulla storia di Avellino longobarda…

collegamento ad approfondimento  >>>

 


FRANCESCO MARIA TREVISANI

Nel 1820 fu giudice della Gran Corte Criminale di Napoli.

 


GIACOMO MOSCARIELLO

Nato a Montella il 25 gennaio 1895, cadde a Verdun il 22 luglio 1918, fu insignito di croce di guerra dalla Francia e di medaglia d’oro americana. Emigrato negli U.S.A. con i genitori, risiedeva a Tacony, PA, arruolatosi nell’esercito americano è in forza al 315° Fanteria, dislocato sul fronte francese. I suoi resti furono inumati nel cimitero di Montella, dove il Comune aveva provveduto a donare del suolo alla famiglia per la bisogna. Nella seduta consiliare del 05 luglio 1948 si deliberò di intitolargli la piazzetta situata a monte della Collegiata, che porta tuttora il suo nome.

collegamento ad approfondimento  >>>

 


GIOACCHINO CAPONE

(1870-1919) professore di lettere, fu grande conoscitore di lingue antiche e moderne pubblicando numerosissime opere.

 


GIOVANNI PALATUCCI

Nato a Montella (Avellino) il 31maggio 1909, morto a Dachau il 10 febbraio 1945, avvocato, funzionario di Pubblica sicurezza, Medaglia d’Oro al merito civile alla memoria. Il padre di Giovanni Palatucci lo avrebbe voluto avvocato in Irpinia, ma lui, dopo il Liceo a Benevento, era partito, era il 1930, per il servizio militare in Piemonte.

centro studi Giovanni Palatucci  >>>

collegamento ad approfondimento  >>>

 


GIULIO BRUNI

(1910-1994) Professore di Filosofia del Diritto e Scienze Politiche; Medaglia di Bronzo al valor militare; Medaglia d’Oro alla cultura.

 


GIULIO CAPONE

(1863-1892) figlio di Scipione, studiò diritto, storia e lingue indoeuropee pubblicando diverse opere.

 


GIUSEPPE MARIA PALATUCCI

Nacque a Montella il 25 aprile 1892 e morì a Campagna il 31 marzo 1961. Minore conventuale, divenne vescovo di Campagna. Autore di numerose pubblicazioni, si distinse soprattutto per il salvataggio di circa mille ebrei. E’ sepolto nella Chiesa di San Francesco a Folloni.

centro studi Giovanni Palatucci  >>>

collegamento ad approfondimento  >>>

 


GIUSEPPINA FIERRO

Laureata in Lettere e Filosofia all’ Università Cattolica di Milano. Docente di Lettere al Liceo Scientifico di Montella intitolato al poeta Rinaldo D’ Aquino su sua proposta. Preside della Scuola Media di Montella. Impegnata in campo sociale e politico fu Dirigente Provinciale del Movimento Femminile della Democrazia Cristiana; decisivo il suo voto come delegata femminile al Congresso Provinciale nel 1969 che determinò la svolta del partito a favore della ‘ Sinistra di Base’ di Ciriaco De Mita. Dal Comune di Montella ebbe l’incarico, svolto gratuitamente, di interessarsi dell’ assistenza, tramite la Prefettura di Avellino, delle “fasce deboli” della popolazione e in particolare delle donne sole e indigenti. Ha promosso e curato ricerche, raccolta di proverbi e mostre fotografiche al fine di preservare la memoria delle antiche tradizioni popolari, religiose e contadine montellesi. E’ deceduta nel pieno della sua attività il 6 luglio 1981.

 


LUCA CAPONE

Fratello di Scipione, professore di laringoiatria all’Università di Napoli, prese parte alla campagna del 1866 con Garibaldi.

 


MICHELE CIANCIULLI

Nato nel 1895 e morto nel 1965, fu noto avvocato e autore di diverse pubblicazioni storiche e filosofiche.

collegamento ad approfondimento  >>>

 


NICOLA CLEMENTE

Avvocato e patriota carbonaro, per i suoi ideali di unità e libertà dell’Italia che lo videro attivo nei moti del 1820, fu esiliato a Roma per 10 lunghi anni.

 


SALVATORE PELOSI

 Nacque a Montella (Avellino) il 10 aprile 1906, morì il 24 ottobre 1974. Medaglia d’oro al Valor Militare. Promosso Ammiraglio di Squadra nel 1964, fu nominato Comandante in Capo del Dipartimento Marittimo dello Ionio e del Basso Adriatico e Presidente della Commissione Ordinaria di Avanzamento.

SCIPIONE CAPONE

Quale colonnello della Guardia Nazionale, si distinse nella lotta contro il brigantaggio. I trentamila volumi della sua biblioteca costituirono il primo nucleo della Biblioteca Provinciale di Avellino. La fondazione dell’Asilo Capone è stata possibile grazie alla donazione dei suoi beni.

 


XVII e XVIII secolo

 

ANTONINO BARBONE

Nacque a Montella nel 1741 e mori nel 1822. Poeta, appartenente alla folta schiera degli scrittori in vernacolo, fu autore dei versi sugli avvenimenti miracolosi del Santissimo Salvatore nel 1779.

 


CESARE BOSCO

Fu nominato consigliere regio da Carlo III di Borbone, giureconsulto di grande fama.

 


DOMENICO FUSCO

Nacque a Montella nel 1716 e divenne minore conventuale prendendo il nome di Raimondo. Fu vescovo di Monopoli dal 1785 al 1805.

 


GIULIO CAPONE

Pubblicò tra il 1662 e 1724 numerosi volumi di diritto ecclesiastico e civile; era professore all’Università di Napoli.

 


MICHELANGELO CIANCIULLI

(1734-1819) giurista, con Giuseppe Bonaparte e Murat fu Ministro della Giustizia; la legge eversiva della feudalità porta la sua firma.

collegamento ad approfondimento (WIKIPEDIA)  >>>

collegamento ad approfondimento (TRECCANI)  >>>

collegamento a nobili-napoletani.it  >>>

 


SALVATORE FUSCO

Nato a Montella nel 1658, fu frate dei minori riformati del Monte pronunciando i voti col nome di fra Pasquale. Fu valente medico e missionario in Etiopia dove fu accolto alla corte dell’Imperatore.

 


SEBASTIANO BARTOLI

Nato a Montella probabilmente nel 1629, il B. studiò matematica, filosofia e medicina a Napoli, proprio nel periodo in cui la cultura napoletana si andava affrancando con consapevolezza sempre più estesa dalla passiva accettazione dell’autorità scolastica per seguire le nuove vie dell’esperienza e della ricerca naturale.

collegamento ad approfondimento >>>

 


SEBASTIANO GUERRUCCI

Nato a Montella il 15/09/1678, fu valente geometra . E’ ricordato per aver redatto le “Platee” di diverse chiese di Montella.

 


XV e XVI secolo

 

ANGELILLO DI NARDO

Nel 1496 fu medico di Ferdinando I d’Aragona

 


ANGELO BRUNI

Crociato, nel 1481 comandava ad Otranto le truppe di Diego Cavaniglia.

 


CALZELLA CARFAGNA

Calzella Carfagna nacque a Capracotta (Is) nel 1469. Era generale degli eserciti di Carlo V° e dimorò a Montella dal 1515 al 1521 presso la corte del feudatario conte Troiano I° che lo volle nella cittadina.

 

collegamento ad approfondimento >>>

 


DIEGO CAVANIGLIA

Don Diego I Cavaniglia (Napoli, 1453 – Copertino, 1481), conte di Montella e Troia, è stato un nobile e condottiero italiano. Morto nella battaglia di Otranto e sepolto nella chiesa di San Francesco a Folloni a Montella, il 1º marzo 2004 è stato ritrovato il suo scheletro che conservava parte dell’abbigliamento funebre, comprendente la giornea, che ad oggi rappresenta l’unico originale di questo indumento mai ritrovato…

collegamento ad approfondimento >>>

 


EUCARINO CARISEO

Nel 1543 professore di medicina all’Università di Napoli.

 


FERDINANDO GOGLIA

Generale di cavalleria di Federico d’Aragona e di Carlo V. Per recuperare e conservare lo Stato di Milano, militò per cinque anni nella guerra sostenuta dalla Spagna.

 


GARZIA CAVANIGLIA

Il capostipite nel Regno di Napoli fu Garzia I, giunto in Italia nel 1418 al seguito di Alfonso V d’Aragona, appartenente alla dinastia dei Cabanillas di Valenza e nipote del viceré di Valenza Pietro Cabanillas. Fu uno degli artefici della conquista aragonese del Regno di Napoli e divenne ambasciatore del re presso papa Niccolò V.


GIOVANNI BATTISTA ABIOSI

Bagnolese per adozione, ma montellese di origine, dottore in medicina, visitò l’Africa e molti paesi europei. Pubblicò opere di critica letteraria; il frequente contatto con il popolo Arabo gli valse ad acquisire esperienza nel campo dell’alchimia e dell’astrologia pubblicando anche diverse opere.

 


GIOVANNI PASCALE

Frate conventuale, ricoprì la carica di Vescovo di Nusco dal 1437 al 1471.

 

 


INNOCENZO LUCIO

Considerato poeta insigne e grande umanista, ottenne grande fama intorno al 1512 quando compose poesie in latino e trattazioni filosofiche.

 


TROIANO I CAVANIGLIA

Figlio di Diego, conte di Montella, e di Margherita Orsini dei duchi di Gravina, nacque nel 1479. Rimasto orfano di padre, ottenne il 28 genn. 1482 l’investitura dei feudi, con il titolo di conte, e l’esenzione dalla tassa del relevio, per il fatto che il padre era morto combattendo contro i Turchi a Otranto.

collegamento ad approfondimento >>>

 


XIII e XIV secolo

 

ANGELO DE NICOLA

Vescovo di Ventimiglia e poi di Tricarico, nel 1365 fu nominato Arcivescovo di Patrasso dove mori nel 1371.

 


GIOVANNI DI MONTELLA

Professore di medicina all’Università di Napoli. Nel 1315 fu nominato protomedico del re Roberto.

 


GUGLIELMO SCARRERIO

Cavaliere e regio consigliere, fu nominato vicario in Roma di re Roberto d’Angiò. Fu capitano valoroso dello stesso re e poi del principe Carlo, nonchè duca di Calabria. Fu investito del feudo di Altomonte.

 

 


RINALDO D’AQUINO

Figlio del feudatario Aimone e nipote di quel San Tommaso, filosofo e teologo domenicano, Rinaldo d’Aquino nacque a Montella probabilmente tra il 1225 ed il 1228. Trascorse i suoi anni giovanili fra i nostri monti per aver “modo di addestrarsi alla caccia in compagnia dei custodi del parco e di altri”…

collegamento ad approfondimento (WIKIPEDIA)  >>>

collegamento ad approfondimento (TRECCANI)  >>>